Wakefield, ovvero come gli “alternativi” sono solo dei mostri in cerca di gloria.

Quella che vi voglio raccontare oggi è una delle tante storie di cui già hanno scritto tantissime persone prima di me, ma tratta di uno di quei temi così importanti che secondo me repetita iuvant.

Chi di voi non ha letto almeno un articolo, un commento su fb, due righe insomma di qualcuno che sostiene che i vaccini causino l’autismo? 

Volete conoscere in breve la vera storia, che riguarda un medico, Wakefield, un vaccino, l’MPR, e una bruttissima malattia, l’autismo? Prego, continuate a leggere questo post.

 

La storia dell’autismo causato dai vaccini è nata così (vado in ordine cronologico degli eventi):
Un certo medico d’oltremanica, tale Wakefield, pubblica su una rivista NON peer review e non indicizzata (precisamente si un quotidiano, mi sembra fosse il Sun) un articolo in cui sosteneva che il vaccino trivalente MPR (morbillo, parotite, rosolia) potesse essere la causa dell’autismo. Ovviamente la notizia fece uno scandalo assurdo e fu ripresa da tutti i media fino ad oltrepassare la manica e diventare quasi un caso internazionale (di cui purtroppo dopo circa 20 anni ancora ci portiamo dietro diversi strascichi). Partirono subito delle indagini: non ci volle molto a scoprire la truffa.  Si scoprì che Wakefield arrivò alle sue conclusioni avendo visitato solamente dieci bambini autistici, di cui quattro avevano fatto da poco il vaccino MPR. Questi due dati, incrociati anche malissimo, furono sufficienti a Wakefield per tirare le sue conclusioni… Ovviamente la correlazione e la causalità sono due cose distinte, ma il dottore questo non lo sapeva, no…
Si scoprì anche che Wakefield fu “spinto” a pubblicare quell’articolo da un gruppo di “complottari”, in mezzo ai quali c’erano anche genitori di autistici ed avvocati che avevano interesse che il nesso vaccino-autismo fosse riconosciute per fare un sacco di soldi (sulla salute dei loro figli). Tutto venne smentito, Wakefield fu radiato dall’albo e non ricordo quale pena ricevette. Purtroppo però la sfiducia e la paura hanno portato alcuni genitori a non vaccinare comunque i loro bambini. Quei genitori hanno preferito dare ascolto alle parole di un truffatore e lasciare i bambini in balia di patologie pericolosissime come morbillo, parotite, rosolia, tetano e altre. Patologie che si è vero nella maggior parte delle volte non hanno complicanze ma un paio di settimane a letto a passa tutto. Ma non è sempre così: a causa di Wakefield e dei complottisti che aveva alle spalle morirono una decina di bambini e un centinaio si porta ancora dietro le complicanze neurologiche di una encefalite. E l’ultimo strascico diretto della questione lo abbiamo sentito tutti ai telegiornali con l’epidemia di morbillo del 2013. 
Non andrebbero neanche tralasciati i costi sociali di queste malattie: quante ore di lavoro devono perdere i loro genitori per poter accudire i loro figli a casa?
Le persone, tutte, dovrebbero aprire gli occhi; perché questo caso è un evidente esempio di come i complottisti e gli alternativi sono solo persone alla ricerca di un po’ di gloria personale; e non si curano neanche del fatto che il loro operato può costare la vita a dei bambini. La prossima volta, chi di voi è un po’ portato a credere alle teorie alternative, e ce ne sono tra voi, pensate a questo caso.
La prossima volta che sentite qualcuno dire che le case farmaceutiche hanno i loro interessi, invece di farvi cogliere impreparati chiedete loro quali sono i loro reali interessi. Cominciate ad usare la testa, sopratutto quanto c’è di mezzo la salute dei vostri figli. 
 
 
 
 
Annunci

3 pensieri su “Wakefield, ovvero come gli “alternativi” sono solo dei mostri in cerca di gloria.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...