VERGOGNA!!! Ma anche no!

Bene, la Corte d’Appello ha assolto i 6 scienziati che facevano parte della Commissione Grandi Rischi per il terremoto dell’Aquila.

Le 900 pagine del PM che aveva istruito la causa sono state giudicate per quello che erano: un romanzo. Solo che la gente non la mandi in carcere coi romanzi, non in una democrazia, per lo meno. Strano che non tutti i giudici ne siano a conoscenza.

Come se io, dentista, non sapessi che per fare una puntura devo prima togliere l’ago alla siringa…

Ci sarebbe tanto da dire su questo, sull’incompetenza della magistratura, ma non è la sede adatta questa.

Quello su cui mi vorrei invece soffermare è sulla reazione dei cittadini: “vergogna, vergogna!”
Come se la giustizia lavorasse per loro…

Non è esattamente così che funziona: non mandi in carcere una persona perché si, no, dei avere delle giuste cause.

E’ avvenuto il terremoto? I terremoti avvengono da sempre, ci sono sempre stati e ci saranno sempre; non li puoi prevenire; e non li puoi neanche prevedere. Ci puoi provare, ma scientificamente non abbiamo le conoscenze per poter prevedere la data il luogo e la forza di un terremoto. Quando due faglie cominciano a scivolare tra loro, non sai quando smettono. Questa è la verità. Non puoi condannare la scienza e gli scienziati per quello che non sanno fare.

Ma quindi, cosa possiamo fare?
Semplice: COSTRUIRE CASE A PROVA DI TERREMOTO.
L’Italia è uno dei paesi a più alta attività sismica del mondo.
La cosa più logica è dunque che le case dell’italico popolo siano tutte costruite con standard antisismici molto elevati; nelle zone ad elevata attività sismica bisognerebbe utilizzare gli standard più elevati. Si, costruire casi antisismiche ha un costo ben più alto che costruire case con papà zio e due extracomunitari a nero… ma le case antisismiche salvano la testa TUA, di TUA MOGLIE e dei TUOI FIGLI. Quella costruita da papà e zio NO.
La commissione grandi rischi ha detto di restare nelle proprie case, il posto che dovrebbe essere più sicuro in caso di terremoto. Infatti le case dovrebbero essere costruite per resistere ai terremoti; all’aperto invece, per strada, tra tegole e pezzi di facciate che si staccano, la vostra incolumità è molto più a rischio.

PECCATO CHE LE VOSTRE CASE NON ERANO A PROVA DI TERREMOTO.

L’Italia vive un emergenza idrogeologica. Non spetta allo Stato però intervenire, nella maggior parte dei casi.
La casa te la sei costruita tu, te la sei fatta tu “non a norma”; hai manifestato tu quando lo Stato – cercando di far rispettare la Legge – voleva abbatterle; sei tu che hai preteso il Condono.
Lo stesso vale anche se la casa l’hai comprata: spetta a te assicurarti della qualità di quello che compri, se non altro perché sei te a pagarne direttamente le conseguenze.

Sono piuttosto convinto che la Cassazione confermerà questa sentenza, e spero vivamente che gli occhi della giustizia verranno puntati sui veri colpevoli: chi ha costruito MALE.

E alle persone che hanno gridato vergogna, dico: avete bisogno di un capro espiatorio o volete davvero giustizia?

Sarà che a me all’Università mi hanno fatto due palle tante con il concetto PREVENIRE E’ MEGLIO CHE CURARE.

Quindi no, questa volta io non mi vergogno. Anzi, tiro un sospiro di sollievo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...