Traditori, responsabili, voltagabbana o liberi di decidere?

A me sembra palese che in questi personaggi vi siano degli strascichi di pensiero comunista nel senso della gestione della volontà politica, e una certa pretesa di avere ragione e non voler essere contraddetti.
La legge prevede la punibilità dei voltagabbana a pagamento; basterebbe applicare meglio la legge. E questo non è un problema della politica.

Hic Rhodus

voltagabbana

Periodicamente si denuncia il fenomeno parlamentare del cambio di casacca, deputati e senatori che abbandonano il loro gruppo aderendo ad altri e spesso, in virtù di tale cambio, portando voti decisivi alla maggioranza. Ultimamente ha fatto notizia il conteggio proposto da alcuni quotidiani secondo i quali, a inizio Febbraio 2015, ben 254 parlamentari (circa un quarto del totale) avevano cambiato gruppo in circa due anni di legislatura.

View original post 1.468 altre parole

Annunci

2 thoughts on “Traditori, responsabili, voltagabbana o liberi di decidere?

  1. la questione è un poco più complicata, spesso il pagamento avviene platealmente alla luce del sole e contemporaneamente non è perseguibile.
    Esempio: Tizio, peones, del gruppo parlamentare degli Amici del Giaguaro AdG dell’opposizione, si rompe le scatole del suo vecchio gruppo e insieme ad altri fonda il gruppo dei Veneratori del Cetriolo VdC e va a sostenere il governo.
    I VdC come gruppo hanno diritto a posti nelle commissioni, fondi per il funzionamento del gruppo (portaborse di gruppo, sede etc. etc.) un paio di posti fra i questori del parlamento e giunte varie, (per regolamento tutti i gruppi devono essere rappresentati), posti e presidenze nelle commissioni etc. etc. Tutti ruoli che prevedono indennità extra rispetto allo stipendio base da peones.
    Oppure Tizio potrebbe essere nominato ministro oppure una legge stanzia finanziamenti per valorizzare il museo dei pinguini sahariani del paese principale del collegio di Tizio.
    Tutte cose alla luce del sole e tutte cose imperseguibili visto che l’alternativa sarebbe poter permettere alla magistratura di sindacare sulle decisioni del parlamentare Tizio e di poterlo condannare per tali decisioni. Cura estremamente peggiore del male. Non a caso la costituzione prevede che il parlamentare non debba avere alcun vincolo “legale” di mandato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...